giovedì 28 maggio 2015

Avengers: Age of Ultron - [RECENSIONE]

Bella.


Oh gente, ma vi siete mai REFFATI che la mia tanto cara rubrica sulle [RECENSIONI] è priva di una copertina? #!?

No, dico: ve ne eravate mai accorti? Perché io sì. #(adesso) #mh-mmh.

Che faccio, ce la metto o non ce la metto? 

Perché senza posso fare le intro fighe che si congiungono armoniosamente col discorso, ma con - e quindi con quella gran topangaSignorina della Ariana - darei un senso di omogeneità pure a questa rubrica e per estensione a tutto il Blog... #noncidormiremo #lanotte

Sapete che ve dico? 
VAI CON LA SIGbah anche no, non go bae di photoshoppare cover, al momento. #bihihihi #ischerzoni #vogliadifare:-885%
PAN-PAN-PAAAAN #cheLOCANDONA!! #mecojoni!! #indaASS agli americani che se lo son puppati
con una settimana di ritardo.
Orbene eccoci, il grande momento è arrivato: un biennio di pipponi nietzsche-iani per scoprire in preda all'ansia nerdica più totale quale sarebbe stato il futuro, il destino degli "Avengia" a seguito di quel mezzo miracolo #sucuinoncicredevamancolaMarvel che si è rivelato il primo filmone degli Avengerz.
A proposito: probabilmente ci farò #spoiler una recensione pure su quello #Avengers1; sul perché de facto soffra dei punti più deboli soffribili da una pellicola superomistica EPPURE si sia rivelata, vissuta al cinema, un'esperienza mega-galattica da lancio di pop-corn nel mentre della proiezione e da versi scimmiesco-gutturali galvanizzanti alla sua uscita. 
#TU #ragazza #inquestomomento
Per le femmine che biologicamente non possono mai potranno arrivare a comprendere la fottuta FUCKIN' EPICA dietro il primo film, cercherò di rendervi più facile l'assimilazione di questo imprescindibile #aquestarece concetto per mezzo di questo esempio  #aehm-ehm: state camminando bellamente assetate di nuove vesti, accessori ed ammenicoli vari per le vie del centro, quando decidete ad un certo qual punto di imbucarvi in una di quelle viuzze dall'aspetto ben poco raccomandabile per delle signorinelle sgambettanti quali siete voi; 
  non ne siete convintissime, ma la necessità di rosicare un nuovo paio scintillante di scarpe agghindate in sfarzosi braccialetti ed orecchini dal piglio esotico vi incoraggia a tal punto da introdurvici a testa alta.

Svoltate quei quattro cantoni che vi riportano alla mente i più beceri pensieri di stupro e violenza che le vostre care mammine han sempre avuto cura di instillarvi fin da fanciulle, quand'ecco... UN NEGOZIO. #coroangelico

Lì per lì non ne siete colpite: ai primi sguardi risulta una pregevole chiusura a quel vicolo cieco buio e cloaca di cartacce di giornale, pisci di cane e graffiti che avete stupidamente deciso di imboccare, ma soffermandovici cominciate a denotare che una certa cura casereccia v'è stata riposta nell'allestimento del buco.

Vi rifate coraggio, percorrete gli ultimi passi e dischiudete quella porta cigolante con su scritto "Aperto". 

Dentro vi accolgono VALENTINO GARAVANI e GIORGIO ARMANI che
si complimentano con voi per il gesto eroico, vi accennano ad un centinaio di pezzi unici dietro di loro e ad un sospirato "Enzoo..." subentra
Enzo Miccio che col suo solito fare da fighetta impettita vi sussura sornione "Vieni con me, cara!", aprendovi le segrete porte di una Maison unica al mondo e che le vostre amiche cacasotto non sarebbero MAI riuscite a scoprire da sole.
Ecco #mydears, il PRIMO film degli Avengers per non maschietti è stata più o meno la stessa rivelazione #cinematografica, sebbene coi suoi pregi e difetti #umani.

Quindi capirete perché tanto animo e casino da parte nostra nel volerne vedere il seguito. #eh

Ma bando alle uber-ciancie e vai con la RECE! #pepperepeee

Non sto scherzando fioi: avete avuto secoli di settimane di tempo per cuccarvelo,
presumo l'abbia già visto IL MONDO ergo pure voi. #ssshtp
- La Trama in Sintesi -
#LaTramaèSemplice.
In seguito ai fattacci del Primo film, il gruppo di supereroi più forte della Terra - capitanato da #indovina Capitan America (Chris Evans) e finanziato da Tony Stark/Iron-man (Robert Downey Jr.) - opera sinergicamente in tutto il mondo spakkando il kulo ai kattivi #kkk : tutto procede per il meglio, fino a quando il geniale Tony non decidere di mettere le mani su di un'Intelligenza Artificiale aliena che darà erronamente la luce al malvagio Ultron (James Spader) #brrr...

Che dire, questa recensione sarà tosterrima, porco il giuda, poiché come m'è già capitato raramente #Thor2 sono uscito dalla sala che ero tipo
al che voi direte che il solo fatto di porsela #'stadomanda incide se non altro un grigio NO nel pieno centro della mia incertezza, ma io vi risponderò NO #! #carimiei, perché mai come con questo Whedon io sento il fetore celato quanto puzzoso di una Produzione #Disneyft.Marvel che ha finito per soffocare pomposamente le belle idee del fu "Re dei Nerd" (per i profani: Whedon).

Quindi direi di passare direttamente alla parte more succosa, that isss... 

- LA SCENEGGIA -
#ehm-ehm #spoiler
Fioi ma rendetevi conto che su Capitan America 3 comparirà Spideyiii #cioé #figa #ambò #mal
Avengers 2: Age of Ultron VACCA MERDA inizia abbomba come solo un vero NERD #cazzo lo avrebbe fatto iniziare: i Vendicatori più PRO e cazzuti della Merkel in un parlamento europeo che stanno spakkando il mondo di un qualche esercito nazi-tedesco #HYDRA dalle sicure mire minacciose per la Terra;

sono più stronzi che mai e nonostante la CGI traditrice faccia rabbrividire i più sensibili fra noi la SCIMMIA non può che montare su chiunque stia assistendo alla scena in preda ad attacchi di panico e nerd-gasmi multipli.
Un fottuto Piano Sequenza da involuzione darwiniana che, sebbene non perfetto, tecnicamente virtuoso e che cala perfettamente nell'introduzione al supergruppo.
QUESTI SONO GLI AVENGERS, QUESTO E' QUELLO CHE LORO FANNO E NOI VOGLIAMO.
#Yeah #sìii #fanculo #testosterone:+100

Quand'ecco... #tandandan Una battuta innocente, di Tony, che nella sua armatura finisce per scontrarsi contro uno scudo di energia che gli impedisce di entrare nel forte di Bard: "CAZZO!!" #dice.
Lì per lì pensai estasiato: "porca puttana, forse alla Disney si son reffati ed hanno aperto le porte al linguaggio volgare!!1!1"; ancora non sapevo che proprio quel "cazzo" di sì fatta gagliardaggine si sarebbe rivelata la punta di un iceberg di difettucoli che mi avrebbero poi azzoppato il film a suon di momenti-noia e de-ja entendù...

La storia procede liscia così come la missione, facciamo la conoscenza dei gemelli Pietro e Wanda (qui miracolati e non X-Men #leggi:pettinicoiDiritti) ed i Vendicatori fanno rientro alla base. 

Anzitutto APPLAUSI per l'introduzione di quella gran signorinaDottoressa della Helen Cho (Claudia Kim), che rivedremo spesso nei prossimi mesi all'interno delle mie fantasie erotiche ma che si è rivelata sopratutto una piacevole sorpresa di bella presenza all'interno della pellicola. 
Il classico nuovo personaggio che rivedremo probabilmente anche nei prossimi capitoli e da quel tipico caratterino peperino ("Alla festa ci sarà anche Thor?" cit.) che a noi tifosi della divisa #blink non può che far piacere.
Buona anche la sequenza della festa alla Avengers Tower, con strizzatine d'occhio per la caratterizzazione dei personaggi, un fantastico cameo di Stan Lee e la clip sul sollevamento del martello di Thor, il Mjolnir;

sono stati in molti a lamentarsene, ritenendola di scarso peso per la trama e per questo inutile. Io l'ho trovata una simpatica trovata per giocare con degli eroi che abbiamo ampiamente avuto #cough #DIECIfilm #cough! modo di conoscere, e senza tener conto della gravità di queste sciocchezuole, sullo schermo: il paradosso di mettere in mostra il lato più comune di un Super-eroe ne esalta quell'umanità per la quale poi tiferemo nel mentre della battaglia.
Ben vengano dei momenti-scazzo del genere, nei cinecomics!!
Nel mentre dei festeggiamenti l'intelligenza artificiale (Ultron) scoperta nel nascondiglio dell HYDRA e depredata da Tony si risveglia nel laboratorio di quest'ultimo.
Iron-man, visti il suo potenziale e complessità, vorrebbe impadronirsene per gestire una gigantesca "armatura attorno al mondo" in grado di proteggere e salvaguardare la Terra.

Abbiamo così modo di assistere ad un'altra bella trovata di Whedon: sostanzialmente una discussione fra due macchine intelligenti che pone le basi per quello che sarebbe dovuto essere il cuore del film ma che per motivi di "tagli" è venuto fuori una nocciolina, cioé il sottile tema del "Quis custodiet ipsos custodes?" sotto la luce del platonico "Custode indigere custodem". #sappiamotutticosasignifica #chiaramente #nonhoscoppiazzatoWikipedia

Od il più moderno, moore-aniano "Who watches the watchmen?".

Applicata al genere e quindi al mondo di oggi è forse una delle prospettive filosofeggianti più interessanti ed in linea coi tempi che si possano tirar fuori, e che di fatto si mette pure in logica successione al soggetto del secondo Capitan America (The Winter Soldier): "guardati le spalle e non fidarti di nessuno".
Una curiosa chiave di lettura che spalmata su scala mondiale può dare un'idea del calibro del Whedon sceneggiatore.

Ma tornando alla diatriba binaria fra i suddetti, l'ho trovata sintomatica del problema dei tempi (e tagli) che aflligge gran parte del film: Ultron, nemmeno il tempo di attivarsi, e già si attacca a questioni sensibili quale l'assenza di un Corpo da abitare per un'ente intelligente, l'imposizione oppressiva e cesarea dell'Uomo come Signore, Padre ma Padrone sui "figli" da lui creati e la spinta all'anarchia totale come anticamera della Vendetta (genocida). 
Insomma tutti argomenti che sarebbe stato fantastico #cazzo vedersi evolvere nel corso di una discussione fra due macchine intelligenti ma "schiave" e a cui - presumo - Whedon c'abbia pensato alquanto e ricavandone diverse versioni.
Il fatto che al Cinema abbiamo assistito ad una misera sessantina di secondi di espressione delle motivazioni dell'Antagonista principale - e considerato il colpo di genio su cui si sia sviluppata l'intera vicenda - mi fa LEGGERMENTERRIMENTE propendere per un taglio dal montaggio originale ab opera della fuckin' Produzione.
Dato che mi lamento sempre della ProduzioneMERDA vi eviterò le mie solite frustrazioni e procediamo #let'sgo col resto dei pettini. #uiii

La festicciola finisce, Ultron sopprime l'I.A. Jarvis, si impadronisce delle armature di Tony Stark e con le stesse attacca gli Avengers anche per far saper loro (cioé a noi) della sua "missione".
I Vendicatori riescono a far mettere in fuga l'aggressore cybernetico per poi approdare alla stessa sequenza di battibecco che ebbe successo col primo film e che rappresenta paradossalmente il punto di forza dei Vendicatori e tecnicamente di ogni qualsorta di Team-Up: il dissidio fra coloro che dovrebbero invece cooperare per il bene comune.

Un punto di forza che qui ho trovato un pò smorto nei toni di Tony #ohohoh: il gruppo comincia a ragionare su Ultron, Thor come portavoce manifesta la sua rabbia contro il genio miliardario e questo si dà in una spiegazione un pò spenta sulle minacce  manifestatesi in seguito all'attacco dei chitauri del primo episodio.
Insomma, qui (e per tutto il film) ho come avuto la sensazione che Whedon e la Marvel abbiano deciso di cominciare a spegnere i riflettori sul personaggio di Downey Jr. così da renderne più leggera la futura perdita del suo ruolo come Iron-man.
Tony Stark qui e per tutto il resto del film avrebbe potuto mostrare maggiormente il suo carisma ed il suo genio in numerose occasioni che però son finite perse in uno svolgimento più "sciolto" della storia., dove si limita agli spiegoni per gli spettatori ed a portare a compimento la soluzione del caso-Ultron.
Si prosegue, e raggiungiamo un punto piuttosto basso all'interno della pellicola: la "conoscenza" dei personaggi di Pietro e Wanda Maximoff;

non ci è lasciato capire come abbiano scoperto dell'esistenza di Ultron, né del perché decidano di instaurare un rapporto con lui dopo il periodo di "prigonia" sotto l'HYDRA.
Lì vediamo semplicemente raggiungere Ultron e decidere di seguirlo nella sua misteriosa missione per la "salvezza" del Mondo.
Ma dov'è il punto basso: dopo questa concatenazione troppo "facile" degli eventi, Ultron li porta nel suo laboratorio segreto e SBAM senza la benché minima esitazione a Pietro gira di fargli/ci capire di come anche loro abbiano un cuore ed un passato di cui tener conto e con uno SPIEGONE filato nel bel mezzo del discorso con la stessa delicatezza con cui si spellano i cani vivi in Cina veniamo a sapere della loro tragedia.

Una tragedia che, per quanto grave nei contenuti, così spiattellata assume la stessa gravità di un peto in sala da pranzo: brutto a sapersi, ma non ti crolla la giornata addosso e tanto valeva non saperlo, che magari manco te ne accorgevi.
Come non amare Ultron, invece?

Anche qui, in diversi a lamentarsi delle sue lacune in criminocrazia e malvagità (che ho sentito pure io, lo ammetto) ma come non innamorarsi di un Cyborg così... Umano, cazzo!

Umanità la cui particolarità presumo sia nata dalle improvvisazioni di
Spader stesso durante i suoi shooting: elementi così spontanei ed imprevedibili quali Ultron che dimentica la parola "bambini", o la sua trashissima e teatrale declinazione del capo (al fine di porgere l'orecchio che non ha) per ascoltare meglio lo spiegone di Pietro, quasi dovesse "recitare" la parte (e così, metacinematograficamente parlando, è), sono caratteristici di un Cattivo in cui non ci imbattiamo tutti i giorni.
Certo sono gusti e sarà arrivato a non piacere, ma come definizione di una Intelligenza Artificale troppo "intelligente" (e quindi umana) per me ci sta a pennello.


Che poi, pure qua, non gli sia stato dato risalto è la solita storia che ha azzoppato l'intero film.
Ed eccoci alla parte del tanto acclamato (nei trailer) "scontro del secolo". Pacquiao vs MayweatherHulk contro Iron-man.

 E nonostante la vera monumentalità della cosa, non ho potuto fare a meno di rimanere #heretoo inappagato, insaziato.
Avete presente quando sei lì, al ristorante, che stai per gustarti quella prelibatezza per la quale hai atteso giorni se non mesi? Poi ti arriva e non è come te la aspettavi, o comunque non ti ha soddisfatto quanto presumevi avrebbe fatto. #ammazzachemetafore,luke #macchissei #ahò #genio
Ecco, stessa roba. #damn

Gli Avengers, scoperta la meta di Ultron, si recano in Wakanda (#cough regno di Pantera Nera #cough) dove tentano di fermarlo.
Fra un battibecco e l'altro si alzano le mani e nel caos Wanda, la streghetta, arriva a controllare la mente di Banner, spedendolo come Hulk a distruggere la città.

Prospettiva allettante per quanto moralmente orribile (Hulk ucciderà degli innocenti!!), quindi CHE FIGATA cazzSE NON FOSSE che qui mi si è incappellati negli stessi errori di Man of Steel e Transformers (la serie): il fottuto #cazzo di PERICOLO non si sente.

Quando Hulk assalta la città, e durante il suo scontro con Iron-man, vediamo sì distruggersi centinaia di milioni di petroldollari di danni ma che nel mentre dell'azione non arriviamo a sentire perché la regia non ce la fa sentire.
E sapete perché non la sentiamo, questa? Perché NON ci vanno DI MEZZO LE PERSONE.

De facto assistiamo ad una CGI - e quindi ad un videogioco - nemmeno così incredibile frantumarsi per finta contro palazzi finti senza il germogliare del fuckin' pathos.

Bastava un veloce gioco di inquadrature dove mostrare non solo qualche negretto spaventato correre via, ma veri e propri massacri dove auto e macerie colpivano persone. Urla e grida, panico. Hulk ferito e sanguinante. E POI, solo dopo, mostrare Hulk che finisce contro un palazzo.
Lì sì che avremmo sentito il PESO della lotta bruta.

Per non parlare di V.E.R.O.N.I.C.A., l'armatura gigante di Iron-man per combattere Hulk: è LEGGERA, cazzo.
Fottutamente leggera ed agile, quando - per suggerire la possanza - dovrebbe essere lentissima e pesante. Dovremmo sentire la fatica dietro ogni colpo. Fatica e gravità che magicamente si traslerebbero tutto attorno a loro, rendendo credibile il combattimento.

Un esempio di FANTASTICO connubio fra CGI, sofferenza e Robot titanici?

Diavolo, e me lo chiedete pure??!?
L'Uomo di Ferro sconfigge il Golia Verde, che viene raccattato assieme al resto della squadra e con la quale finisce per ritirarsi nella casetta di campagna di Occhio di Falco.


Nella casetta di campagna.

Di Occhio di Falco. 
#Vabbé.
Se proprio volete approfondire il background di Hawkeye approfonditemelo, porcaccia la miseria!!
Mostrarmi di sfuggita che ha tre figli ed una moglie con cui instaurare i soliti discorsi in cui non mettere il dito e da quaranta secondi sinceramente non mi dice abbastanza. 
  
Volete rendermi Burton (Occhio di Falco) più umano? Allora perdiamoli quei cinque minuti in cui approfondirne carattere, famigli e dietro le quinte. Che diavolo, sentirmi chiamare innumerevoli volte la Vedova Nera "Zia Nat" giusto per suggerirmi un'olfa di vecchia amicizia - e quindi un lato più famigliare tra i due - non mi definirà meglio i personaggi ma #anzi mi sottoporrà ad una pseudo-curiosità che poi non verrà soddisfatta, relegandomi ad un attaccamento nei confronti del suo personaggio pari a quello per il suo arco.
Ancora in qualcuno dei Tototrailer arrivai a lamentarmi di come la storiella fra Hulk e la Vedova (ahah, ma ne sto parlando veramente?) mi avesse un che di ridicolo;
continuo a pensarlo, ma dato che parliamo di Kolossal le scene di romance ci vanno piazzate sempre onde cercare di accontentare anche le fette più rosa del pubblico. #efinqui #ok

Whedon decide quindi di sfruttare il lato "depressive" dei due eroi per trovare il lato comune da cui avvicinarli, solo che il tutto avviene in una maniera così cruda che io stesso ho vacillato #addirittura per un'istante: la Vedova tira in ballo la questione delicatissima della sua sterilità (a cui si lega quella di Banner) nei tempi di un dialogo così breve che più che trafiggermi di dispiacere son stato travolto dalla "violenza" della questione.

Attenzione: ben venga il portare alla luce certe realtà all'oggi piuttosto tacite nel campo dell'intrattenimento, ma proprio perché mai affrontate in certi generi andrebbero inserite (e sviluppate) con un fià più di cura ---> ma dal momento che a gestire i tempi sono i Produttori, e quindi la Marvel/Disney, tutto si riduce al solito "l'ho menzionato (nel montaggio finale) quindi è stato trattato: accontentatevi".
E finisce proprio così che a noi ed  ai pargoletti che ci affiancano in sala viene sparata in faccia una questione tanto delicata nel giro di un
#UNO #solo botta e risposta fra due personaggi idoli delle (giovani) folle.

AVANTI VELOCE >> #chesennòmoro
Gli Avengers, su spintarella dell'immancabile Nick Fury (Samuel L. Jacskon), si dirigono a Seul per impadronirsi del nuovo "corpo" che Ultron sta letteralmente creando grazie alla strumentazione della Dott.essa Topa Made in China là sopra.

Qui un bella spolliciata in su #egrazie #arcazzo: lamentarsi delle scene di azione con gli Avengers è un fare più stronzo di quello di quegli ardimentosi che cominciano a criticare le copertine di Crozza in diretta pur di dimostrarsi della fazione avversa;
una perdita di tempo il cui impatto si rivelerà pari a quello di uno sputo contro una montagna.

Cioé davvero c'è gente a cui non son piaciute? Eddai fioi #astronziii #calalacresta...
Il personaggio di Visione (Paul bettany) è un capolavorò di quelli #guarda: un mix cazzuto fra il T1000 di Terminator 2 ed il fottutissimo Dottor Manhattan di Watchmen.

Un ente senziente, perfetto e dalle tendenze leggermente filosofeggianti, nonostante la sua ovvia e superiore asessualità #bihihi.

Il suo ragionamento inerente la propria Natura sul quesito di Banner ("[...] e se ci sbagliassimo, su di te? E se tu fossi il mostro che Ultron ha progettato?") ha, nella sua esimia scioltezza, del Magico. Quel Magico che rende tale lo stare al cinema pendendo dalle labbra di un di robot rubicondo.

-- "... Cosa fareste?
Io non voglio uccidere Ultron.
E' unico... E sta soffrendo.
[...]
Potrei essere davvero un mostro.
Non penso lo saprei, se lo fossi...
Non sono come voi; né come intendevate.
E' difficile convincervi a fidarmi di Me...
Ma dobbiamo andare." --

E afferra il Martello di Thor.
Silenzio dei presenti, attoniti.
Thor: "... Bravo!"

Cioé dai, dai #cazzo se non è fantastica come sequenza e tempo comico.
La battaglia finale di Sokovia la inquadro alla stessa maniera di quella a Seul: divertente e ricca d'azione, avrebbe senso lamentarsene per dei dettagli?

Due cose mi han lasciato l'amaro in bocca:
  • mai come con questo film mi sarei aspettato un super-#cazzodi-scontro tra il GROSSISSIMO Ultron e tutti gli Avengers.
    Porca miseria: Ultron dovrebbe essere la prima intelligenza sul pianeta, in grado di accedere all'intero #fottuto
    Scibile Umano #thanksInternet.Potenzialmente dovrebbe saper padroneggiare tutte le tecniche di combattimento mai scoperte dall'Uomo, così come tutte le sue conoscenze ingegneristiche e strategico-militari.
    E l'unico piano malvagio che decide di portare a compimento è l'estinzione della razza umana per mezzo di una fottuta 
    città-meteorite (Sokovia) fatta sollevare a chilometri nel cielo per poi farla precipitare sulla terra. 
    Senza prepararsi all'affronto dei Vendicatori, i quali si limitano a decimare i suoi cloni e a sfondarlo a raggi di energia, per un epico scontro della durata di una bestemmia. La stessa che lanciai rimasto sconvolto dalla velocità dell'evento.
  • Quicksilver: ma #porcozzio spiegatemi che cosa ha Hollywood contro il potere della supervelocità.Una delle cose più fighe #cazzo che si possono portare (e mostrare!!) nel Cinema ed in due film #X-Men:DaysoftheFuturePast distanti qualche mese l'uno dall'altro viene mostrata sì e no in quattro scene per un timing che attornia il mezzo minuto.
    Cioé, voglio dire, la invocano tutti ed in X-Men Pietro me lo lasciano a casa, mentre qui
    PORCODIUNpeppeperepò #vaffanculo me lo accoppano serio!! #wtf #areukiddin'me?!?!?

Ma poi in che modo me lo uccidono, il povero, tamarrerrimo Pietro: con una mitragliata fasullissima che Quicksilver avrebbe potuto schivare a iosa e per salvare un marmocchio e l'Occhio de sto cazzo, cioé maddai #figa.


Poteva tranquillamente spingerli via, cristo!! Invece no, priviamoci del personaggio perché rischierebbe di portare troppa gente al Cinema. #ziokken


- LA REGIA -


Alla Regia lo Sceneggiatore stesso: il caro Joss Whedon.

Che dire, se non che continua a mantenere un sguardo influenzato dai ritmi televisivi, con un eccessivo numero di ravvicinate e Piani Medi che "strozzano" il respiro che il Cinema può serenamente dare ma da cui Whedon continua a tenersi piuttosto alla larga. 
Presumo possa motivarsi con la sua stretta vicinanza al mondo Teatrale e quindi ad un suo immaginario della messa in Scena di più vecchio stampo. 
Whedon è troppo sveglio per non essersene reso conto o dissimulare una qualche incapacità della Tecnica registica

Ecco, se c'è qualcosa che Whedon però canna in pieno è il cavolo di SONORO, porco giuda. 

La colonna sonora dei suoi film, così come gli effetti sonori - così importanti in un film action - vengono da lui mantenuti semplicemente sotto la seconda linea, a protezione di un parlato che ritiene eccessivamente fragile: da ciò ne consegue che in sequenze fracassone quale lo scontro fra Hulk ed Iron-Man i suoni ed i rumori non contribuiscono a formulare quell'Epicità a cui la colonna Sonora dovrebbe dare definitivo slancio, così da farti saltare sulla sedia e cominciare ad ululare reclamando maggior battaglia.


TRE ARIANE PIÙ!
O 3,25 Ariane #it'sdasame.

Perché quel "più": è innegabile che nell'ORA di montato definitivo tagliato dalla Marvel si celi quella differenza (... e profondità?) che avrebbe portato Avengers: Age of Ultron minimo a Tre Ariane Emmezzo.
Probabimente un maggior numero di dialoghi e tempistiche che avrebbero connotato la pellicola del solito pugno shaekspeare-filosofeggiante di Whedon e che quindi le avrebbero donato quella caratura di maggior valore per un Cinecomic.
Ma è anche irrefutabile che a valutarsi debba essere IL Film così per come è stato pubblicato e venduto, e quello che ci è stato presentato è la riproposizione del Primo film con più soldi, più Fan-service ma - naturalmente - un perduto e sofferto #sigh effetto SORPRESA. La stessa che ha reso il primo Avengers tanto caro a noi pischelli, nonostante tutti i suoi pregi e difetti.

Ultron è forte ma non kattivo (dove sono i morti?? Dov'è il pericolo?!?), una caratterizzazione dei personaggi troppo sintetica e superficiale, numerose battaglie ma poco sentite, la traduzione italiana dei Dialoghi è deboluccia, così come una Colonna Sonora mediocre (eccezion fatta per il supporto di Danny Elfmann #epicwin nel rimaneggiamento del Tema principale): il tutto in un ritmo che va perdendosi nel centro della pellicola e che viene smorzata con un finale paradossalmente poco "esplosivo".

Azione tamarra a là Expendables, la CGI fracassona ma vuota dei Transformers e lo stesso Cuore del primo episodio ma mal comunicato dai tagli della Produzione: questo è "Avengers: Age of Ultron" #clapclapclap #lacrime.

Oh, fioi, ci rifaremo con Civil War, cioé gli Avengia 2.5, bella. 








































Nessun commento:

Posta un commento