venerdì 23 ottobre 2015

Star Wars: Il Risveglio Della Forza - [TOTOTRAILER]

Bella.


Che dire... Alla fine... E' uscito. #pausaadeffetto

Non ne eravamo certi, ma la speranza è andata rafforzandosi giorno dopo giorno con l'avvicinarsi inesorabile del fatidico scontro fra gli Giant e gli Eagles.

Del quale poi, a nessuno... Fregava davvero un benemerito: sul serio, cosa-cosa sono i "GiantEagles"? Voi lo sapete?

Quale Sport praticano, cos'è, uno di quelli strani, Basket, Baseball, Cheeserolling, cosa... ?

Le domande sono scarse e prive di valore, poiché esplicative di una realtà sottomessa ad un'incombenza dal carattere Leggendario quale è stato l'avvento del full trailer di Nostro Signore GUERRE STELLARI #Gesù SETTIMO.

Per l'occasione rinnoverò l'Anno Zero del mio personale Calendario della Storia dell'Umanità.
Il 20 Ottobre dell'anno prossimo venturo #vostro 2016 festeggerò il mio PRIMO Anno A.FT. ("Avanti" o "After" "FullTrailer").

Ero indeciso fra questo o l'Avvento di Ariana, ma alla fine ho optato per quest'ultimo che è a me più vicino nel tempo e quindi facile da contare. 

E che si colloca precisamente duemila e sedici anni dopo la nascita del Pupillo di Cristo, il cui evento mi è chiaramente calato di importanza.

Vai con la Sigla.




Ma torniamo seri, dai cazzo! #ghesboro!

Allora, anzitutto lasciatemi confessare la NOIA a cui mi viene ormai il guardare per l'ennesima volta questo trailer.
Dico sul serio, nel giro di quattro giorni me lo sarò visto così tante volte che affermarne la ventina potrebbe essere riduttivo.

Non mi "emoziona" più e lasciatemi dire anche questo: ECCO il vero crimine dei nostri Tempi --> poter vituperare ogni nostro minimo cruccio tramite l'infinita ripetizione di quello che più ci piace, cosa che se da un lato ce ne permette quasi una sorta di assimilazione spirituale, dall'altra ci priva del Valore di quello che abbiamo davanti.

Ecco quindi che se ricorderò SEMPRE l'emozione con cui ho visionato la prima volta questo Trailer #giuro #dagroppoingola dall'altra ogni volta che qualcuno mi para davanti 'sti due minuti a me sale la nausea. 

La mia nauseé.

Grazie J.J. Abrams per questa tua politica del lasciar trapelare il meno possibile dei Film ai quali lavori. Grazie. 
Il "tormento" che si crea nell'Attesa è il vero metaforico sudore con cui si premia la fatica mentale esercitata nell'attendere! #wut #?
Ed è dalla prima scena che capiamo che Abrams, a differenza di Lucas, HA CAPITO.

Rey, la protagonista, si sta arrampicando all'interno di un fottuto, gigantesco Star Destroyer... VERO, PORCA PUTTANA!!
Possiamo Sentire la complessità delle infrastrutture, la potenza della Macchina, il metallo morto dell'astronave, e quindi la sua Storia. Nel giro di tre inquadrature Abrams conferisce più background ad una scenografia di quanto abbia mai fatto Lucas nel DOLORE dei tre film. 

Quelli della seconda Trilogia.
"... Chi sei?"
"... Nessuno."
E anche qui.

J.J. fa pieno centro, mostrandoci quella che #secondome sarà la NUOVA "Luke Skywalker", Rey, e non Finn il negretto.
E come lo Star Destroyer là sopra, J.J. e Lawrence Kasdan (LO Sceneggiatore de "L'Impero Colpisce Ancora") riescono a dipingere un intero personaggio con la magia di un'unica parola. "Nessuno."
Rey è nessuno: come Luke prima di lei, è solo una ragazza spenta dalla routine di un mondo deserto di novità; ma, sempre come Luke, Rey fa una cosa potentissima.

SOGNA, cazzo. SOGNA. E sarà questa scintilla a divampare in questo e nei prossimi film, trasformandola come lei e noi non possiamo immaginare. #gogirl!!

E poi lei è proprio figa, cioé ha quella fantastica e femminile dolcezza scolpita a picconate da quella particolare e caparbia mascolinità che ritroviamo solo nelle più grandi eroine d'Avventura quali Ripley, Sara Connor, Beatrix Kiddo, Lara Croft... Insomma non avrebbero potuto azzeccarla meglio. 
L'Impero si è ridotto ad un manipolo di militari che tentano di ricostituire un ordine nella Galassia, il Primo Ordine.
In questo trailer non sono presenti, ma questa scena vanta una serie di inquadrature, anche qui, significative, in grado di incutere uno pseudo-timore.
Il riferimento nazifascista è fin troppo evidente, ma è proprio in questa sua chiarezza che trova la sua forza.
"Mi hanno addestrato ad un'unica cosa..."
"... Ma non ho NIENTE per cui combattere!"
"... ..."
Dio mio le hanno imbroccate TUTTE.

Se nel precedente Tototrailer esprimevo il mio scarso convincimento per la scelta di casting di John Boyega per il personaggio di Finn, dopo aver sentito la Sua Motivazione "... Non ho niente per cui combattere", pure questa potentissima nelle poche parole che la definiscono... Cazzo, me ne sono innamorato!

Uno Stormtrooper che si risveglia e capisce di non essere stato altro che una marionetta per la sua intera vita, e che quindi si ritrova a precipitare rovinosamente su un pianeta desertico metaforico della sua desolazione interiore.
Se Rey deve ancora cominciare a vivere (lei è "Nessuno"), Finn l'ha già fatto (è diventato "Niente", vuoto) e si troverà a muovere i primi passi nel momento più basso della sua Vita, privo di speranze.

Da una parte abbiamo il Sogno di un'anima proto-adolescenziale e la sua Speranza (Rey), dall'altra il Fallimento di un processo di maturazione e la sua Disperazione (Finn). 

Ora ditemi voi se si potevano trovare PERSONAGGI #cazzo co-protagonisti migliori di questi per un seguito dell'ormai vissuta Saga delle Guerre Stellari. Ciao.
"... IO finirò..."
"... Ciò che (TU) hai iniziato..."
Sebbene la figura del "nuovo" Darth Fener non mi convincesse, e continui tutt'ora a ritenere "Kylo Ren" un nome di merda, anche questo nuovo personaggio lo trovo #ora azzeccato.

Non mi aspettavo una voce tanto grossa (non mi ha molto senso: se Darth Fener parlava così a causa del respiratore della Maschera, per quale motivo Ren dovrebbe fare altrettanto?) ma il Fanatismo pericoloso di cui è rappresentativo il personaggio è anche una simpatica stoccata all'illogica ansia tutta umana (e molto contemporanea, aggiungerei) del dover NECESSARIAMENTE, quasi per natura, attaccarsi a qualcosa ed a credere in essa.

La bellezza di Ren è che non è diverso da Rey e Finn, ma solo a loro speculare: un uomo che persegue - a modo suo - un Ideale.
Il fatto che vesta completamente di nero ed abbia il vocione è indice della strada intrapresa da Ren: il Lato Oscuro.

Ecco cosa succede quando non hai le idee chiare e ti accingi testardo a proseguire quella che credi sia L'Unica strada "giusta": ritieni questa l'unica Verità e tutto ciò che la circonda (ed in grado di farla vacillare, compromettendo le tue credenze e quindi Te Stesso, quello che Sei) è Nemico --> il pericolo di "fallire" porta a combattere il Mondo, a odiarlo. Al Lato Oscuro della Volontà, della Forza. #'amboro #mal #skers

Anche il Design sempliciotto della maschera di Ren ha un suo perché: non è particolareggiata quanto quella di Fener, che costituiva per lui più una Prigione, che un semplice accessorio simbolico --> nella sua semplicità, riflette l'elementare ingenuità (tipica del fanatismo) del personaggio di Ren, che a differenza del suo Mito è giovane (guarda caso come Ren e Finn): se Darth Fener è caduto al Lato Oscuro, Ren ci vuole andare di sua sponte --> non sta perseguendo le tappe, vuole (come tutti i giovani) essere GIA' Darth Fener, non consapevole del fatto che per diventarlo VERAMENTE c'è un percorso da affrontare...
"Girano storie su ciò che è successo..."
"E' vero...E' tutto VERO."
Fantastico.

Come scena e come dialoghi. Vecchio e Nuovo si scontrano nell'Insegnamento.

Con la battuta di Han abbiamo più chiavi di lettura: 
  • Intrinseco alla storia, conferisce una Potenza assoluta a ciò che è stata la Saga delle Guerre Stellari. Un alone leggendario, una cazzo di aura che sebbene l'abbia sempre avuta, è stata ufficializzata solo da questo momento.
  • Metalinguistico: Il film non è "vero", ma può esserlo per le persone che lo guardano. Definiscimi il concetto di "Realtà". #heh
  • Definisce il personaggio di Han: è quasi intimorito da quello che afferma. Lui stesso non credeva a queste storie quando a predicarle era Obi-Wan trent'anni prima, ma così facendo si capisce quanto le cose lo abbiano cambiato.
    Farei notare come poi questa battuta sia contraddistinta da un senso di "fantasma" risvegliato. Non sappiamo come Han abbia potuto vivere il buco di trent'anni fra questa e la Trilogia Originale, ma da come lo dice non sembra che l'Azione, l'Avventura ed il Pericolo siano rimasti all'ordine del giorno, per Lui.


 Vabbé, la FORZA di sto Iper-spazio. Oltre alla sua iconicità, non so se avete ben capito cosa accade a livello visivo.
Nella Saga abbiamo sempre visto partire per l'Iperspazio od arrivare dall'Iperspazio, con una parentesi di come fosse "all'interno" in Episodio V (dalla cabina di pilotaggio del Falcon) molto risicata.

Il "come appaia dentro" è stato già sfruttato da Abrams coi Film di Star Trek, ma qui cosa succede: con questa inquadratura non siamo NE' alla partenza NE' all'arrivo.
Parte che siamo nel bel mezzo dello Spazio ("fuori" da questa nuova Avventura), a META' fra partenza e destinazione, per poi infiltrarci come solo un voyeuristico Dio avrebbe potuto fare dentro l'Iperspazio DEL Millenium, della cui ciurma entriamo a far parte.

Diavolo, è un modo geniale per rappresentare visivamente il "Salite a bordo!" per una nuova Avventura, vacca merda!! Si riparte!! #fuck #troppascimmia
L'Ordine dei Cavalieri di Ren è un'estesione del personaggio stesso, quindi nulla da dire se non che un pò mi sappia da ridicolo, ma se se la sanno giocare bene potrebbe rivelarsi 'nabbomba.


COSA NON E' questo Piano Sequenza.

Partiamo seguendo concitatamente (siamo in Guerra!) un determinato Poe Dameron (Pilota della Resistenza) che scende da un X-Wing e che rassicura in modo troppo sgaggio Finn: il movimento semicircolare della Camera che si traduce in un Controcampo riflette non solo "il passaggio di testimone (e di Carisma... ?)" a Finn, ma (nel suo effetto di Blur) anche il confusionario stato di incertezza in cui si trova Finn --> sa di aver tradito il suo passato (l'Impero) per qualcosa di Nuovo di cui non sa se fidarsi ed accettarne il Fato, tuttavia si trova nel bel mezzo della Battaglia e non c'è tempo per riflettere: pochi cazzi, prendi una decisione e compi il tuo dovere (e Destino)!

Una cosa ben difficile che esprime magnificamente quello che significa quell'istante per Finn e non fa che conferirgli una Profondità bellerrima. #applausi

Son questi dettagli che rendono J.J Abrams un Regista di Mestiere (quindi bravo) e FURBO...
E vabbé, applausi pure qui a non finire per Scenografie e Design. E quell'incedere incerto ma curioso di Finn #porcalaMadonna che cura per il dettaglio... !!
Il Nuovo Boba Fett ha già vinto. Anche per chi ha dietro la Maschera. Che presumo sappiamo tutti, e venirlo a sapere mi fa già mangiare i coglioni, Spoiler dimmerda #dioccan.

Inquadratura dal Basso: Chewebe e Han Solo sono dei Miti, scultorei nei loro Piani Medi (veri e propri "busti").
Carrellata verso destra + espressione Spielberg-iana allarmata dei due: pur essendo dei Grandi, gli Eventi che li circondano sono PIù GRANDI di Loro.

Bravò, J.J. , Bravò!
Per quegli idioti che "GNE' MA LE GUERRE STELLARI SI DOVREBBERO COMBATTERE NELLO SPAZIO, PERCHE' COMBATTONO SEMPRE NELL'ATMOSFERGNENGENGNE", sveglia geni, i pianeti dove cazzo ORBITANO, nell'Iperuranio??

Anche se combattessero sotto terra sarebbero battaglie effettivamente NELLO STRACAZZO DI SPAZIO. 
L'aggettivo della Saga indica la maestosità degli eventi "fra le Stelle", non delle cazzo di battaglie fra "velieri spaziali"... #ziokken 
Avete presente di quando nella Recensione di Star Wars: Episodio I mi sono lamentato del concetto di "Azione"?

ECCO. ECCO, CAZZO come si deve fare.

Contro chiunque stia combattendo, Rey qui è una cazzo di Tigre che vuole fare il culo a chiunque stia cercando di ucciderle il Futuro, la Vita. Si aggrappa con le unghie e con i denti, lei è una che non molla, lei è una CHE COMBATTE!! Porca Puttana.

GUAI a cercare di prenderle ciò che è suo di Diritto. La #sua Libertà. 

Ecco come si devono scrivere  e rappresentare le scene di Azione. I Personaggi devono esserci dentro fino al cazzo di Collo.
Chissà cosa avranno fatto negli ultimi trent'anni, io mi chiedo...
Secondo me il vero Jedi in questa Trilogia è Rey. O Forse nemmeno lei, paradossalmente.

Il Genio di questa scontro dove sta: nel fatto che forse nessuno dei due è davvero "degno" di usare l'Arma dei Cavalieri Jedi

Finn quasi ci si ripara dietro: per lui è più una sorta di mazza da interporre fra lui e la cazzo di Morte rossa che gli si sta scagliando contro.
Per Kylo Ren, la Spada Laser è un'estensione del suo Fanatismo: è un mezzo per sembrare subito (senza conquista) un Sith, o comunque Darth Fener. Per questo sarà probabilmente violentissimo.

Ed ecco quindi che abbiamo una scena per me già iconica e bellerrima: uno scontro fra GIOVANI, gente inesperta, gente che emula "gli adulti", ma che nella loro goffaggine arrivano purtroppo a fare solo un gran casino e da delle conseguenze potenzialmente più grandi di loro.

Ma non solo: nella loro "inesperienza", Finn e Kylo sono Cavalieri improvvisati e quindi temporanei a fondamento, luce e rappresentanza del Bene e del Male.
Ma sono solo pedine: non hanno ancora afferrato per "Chi", per Cosa stanno combattendo (volontariamente come Ren od involontariamente come Finn).

Come andrà a finire? Il solo fatto che io arrivi a pormi questa domanda in un Trailer la dice lunga sulla qualità dello stesso e #forse della Storia stessa.
"... Lasciala entrare...", Williams che chiude in dissolvenza. #lacrime
E così finisce questo gran Trailer.

L'esortazione di Rey (è lei?) la dice tutta: fioi, pochi cazzi, mettetevela via e quando sarete in Sala GODETEVI questo Film.
Come quando si era ragazzini.


Vai con l'ARIANOMETROOOOooo...

QUATTRO Ariane.

Probabilmente uno dei più bei Trailer mai fatti. Bellerrimo, da brividi e, se te ne è mai fregato qualcosa, da groppone in gola.
Che dire, per le mie SCOMMESSE Quattro Ariane è di fatto il TOP, dare di più significherebbe proprio cercarmele.

Che altro dire, il fatto che il film sia stato co-sceneggiato da due dei migliori sceneggiatori in circolazione (Lawrence Kasdan, "L'Impero Colpisce Ancora", e Michael Arndt, "Toy Story 3") con l'ultima stesura di quello che è il novello Spielberg (Furbo - commercialmente parlando - quanto lui) di quest'epoca mi fa ben sperare.

Da quel "poco" che abbiamo visto sembra una bomba, di certo peggio della Seconda Trilogia non potrà essere. E poi, dai fioi...

JOHN WILLIAMS!!
#lacrime #applausi #scimmia 









Nessun commento:

Posta un commento